ApolloX. Exchange centralizzato e decentralizzato per il trading di criptovalute

ApolloX è un exchange decentralizzato per la compravendita di criptovalute.

In questo articolo vi spiego le principali caratteristiche dopo un certo periodo di utilizzo della piattaforma.

Caratteristiche principali di ApolloX

ApolloX è un exchange su Binance Smart Chain lanciato a Dicembre del 2021 focalizzato sul trading di derivati.

Prima di proseguire tieni presente che si tratta di strumenti finanziari ad alto rischio. In questo articolo non sono presenti consigli finanziari ma solo indicazioni tecniche sul funzionamento della piattaforma.

Fino al 2022, esisteva una versione centralizzata di ApolloX che però è stata chiusa per focalizzare lo sviluppo sul DEX.

Come accedere ad ApolloX DEX

Per accedere, basta cliccare su questo link.

Inizialmente la piattaforma decentralizzata era esclusivamente dedicata ai derivati. Da giugno 2022 è presente una nuova per il trading a spot. Mentre scriviamo i volumi sono molto bassi così come poche sono le coppie, tuttavia data la struttura molto simile a quella di un exchange centralizzato, potrebbe risultare molto comoda per gestire la propria operatività nella DeFi.

Dati i volumi generati, la piattaforma decentralizzata sui derivati di ApolloX Dex nel periodo storico in cui viene redatto questo articolo è stabilmente nella top5 fra quelle più utilizzate.

Inoltre, insieme a DyDx e Kine Protocol, risulta fra quelle dotate di Order Book con i maggiori volumi generati.

Su ApolloX Dex è possibile collegarsi con i seguenti wallets:

Al termine del collegamento, occorre effettuare un deposito dal proprio wallet al Trading account. Ciò permette delle transazioni immediate senza dover validare ogni volta le operazioni di trading ma solo quelle di deposito e prelievo.

I capitali saranno visibili nella lista degli assets.

Al momento è possibile effettuare il trading sui derivati sui Perpetual solo con collaterale USDT (BEP20).

Piattaforma di trading

All’interno di ApolloX è possibile piazzare ordini sia a Limit che a Market anche nel DEX.

La piattaforma di trading ricorda in tutti gli aspetti quella dei principali exchange centralizzati con tanto di grafico su Tradingview, un order book e le varie opzioni di trading.

Sono presenti varie opzioni aggiuntive come lo Stop Limit, Stop Market e il Trailing Stop.

ApolloX Dex è stato, inoltre, integrato all’interno di PancakeSwap. Per cui, chi ha depositato capitali su ApolloX Dex può vederli e utilizzarli anche questa piattaforma.

La piattaforma non è al momento in lingua italiana.

Per il trading sui derivati occorre scegliere fra Cross e Isolated oltre al moltiplicatore. Sotto questo aspetto ricorda piattaforme come Bybit, FTX, Binance Futures e tante altre.

Nella piattaforma è presente un exchange per lo swap cross-chain con tutte le criptovalute principali.

Token APX

Per il trading su ApolloX Dex, la piattaforma ricompensa gli utenti in APX, il token di governance della piattaforma su Binance Smart Chain.

Sulla sezione Trade Rewards sono calcolate le commissioni maturate in determinate epoche evidenti tramite un countdown.

L’utente può richiedere il pagamento delle commissioni in APX al termine di ogni epoca. È possibile richiederle anche durante ma in questo caso verrà detratta una commissioni del 15% su quanto maturato.

Per ottenerli basta cliccare su Claim All. A quel punto gli APX verranno spostati direttamente nel proprio wallet.

In alternativa, gli APX accumulati possono essere tenuti in stake ottenendo ulteriori rendite passive. È possibile attivare un restake automatico al termine di ogni epoca.

Commissioni di trading

Sul trading Spot le commissioni sono dello 0,1%.

Sui derivati sono dello 0,02% Maker (ordini a limite) e 0,07% Taker (ordini a mercato).

In questo momento storico APX oscilla fra 0,04 e 0,07 USDT.

È inoltre possibile pagare le commissioni in token APX. Per questo occorre depositarli nel trading account per poi visualizzarli sotto gli Asset. Sarà ApolloX a dare priorità al pagamento tramite il token.

Non è possibile spostare direttamente i token APX dal Claim al trading account. Occorre che vengano prima accreditati sul proprio wallet per poi effettuare un’altra transazione. Naturalmente occorre considerare il doppio pagamento di commissioni in BNB.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *