Il Ledger Nano è il più conosciuto cold wallet per la gestione delle proprie criptovalute.

In questo articolo vi mostriamo le caratteristiche principali e come utilizzarlo al meglio sia per l’holding che per l’interazione con le piattaforme decentralizzate.

Caratteristiche principali

Le dimensioni del Ledger Nano sono alla stregua di una pen drive, il che permette un comodo trasporto. È in plastica solida con un coperchio in metallo per la protezione.

Si collega al pc tramite un cavo USB ed è privo di telecamera. Ciò lo distingue da altri dispositivi come il Safepal S1 e il Keystone che invece interagiscono con l’esterno tramite scansione di un codice QR.

È dotato di un piccolo display e di due tasti per muoversi fra i menu (sinistra e destra) e la conferma delle operazioni (entrambi i tasti premuti in contemporanea).

Quali versioni

Il Ledger Nano ha due versioni principali. Il Ledger Nano S, la versione più economica e il Ledger Nano X, quella più recente e performante.

Una differenza è la memoria. Mentre il Nano S permette l’installazione di poche applicazioni, il Nano X consente un utilizzo più ampio.

Un’altra differenza è legata al bluetooth, presente solo nel Ledger Nano X. Questo permette infatti un facile collegamento con i dispositivi mobile.

Con quali blockchain interagisce

Con il Ledger Nano si possono gestire tutte le principali criptovalute inclusi Bitcoin, rete Ethereum, Binance Smart Chain e tante altre.

Ledger Live

Il Ledger Live è il software principale per la gestione del proprio cold wallet.

È multipiattaforma, quindi installabile sui principali sistemi operativi come Windows, Mac, Linux e Android.

L’utilizzo è semplice e intuitivo. Gli aggiornamenti sia del software che delle singole applicazioni sono frequenti e semplici da installare.

È comunque possibile utilizzare wallet esterni come Exodus, tuttavia il consiglio è di utilizzare quello fornito dalla casa madre.

Ledger Live su Ubuntu

Riguardo gli utenti Ubuntu, è necessario scaricare un file AppImage. Per attivarlo occorre andare sulle Proprietà–>Permessi e spuntare Consentire l’esecuzione del file come programma.

Inoltre, a partire da Ubuntu 22.04, la libreria libfuse2 necessaria per l’esecuzione dei file AppImage non è più presente di default nel sistema operativo.

Per questo occorre aprire il terminale e installarlo con il seguente comando:

sudo apt install libfuse2*

Interazione con la DeFiP

Uno dei punti di forma del Ledger Nano è la compatibilità con le piattaforme DeFi.

Diverse estensioni di browser come Metamask o Binance Wallet sono compatibili con Ledger per una semplice interazione con la DeFi in sicurezza.

Una volta aperta la lista degli account appare la voce sul menu Connetti Portafoglio Hardware e successivamente l’icona Ledger.

Una volta richiesto il collegamento, verrà chiesto di aprire su Ledger l’applicazione Ethereum.

Da quel momento tutte le transazioni dovranno essere confermate da Ledger e non più da estensione.

Impostazioni di sicurezza

Oltre a dover scegliere le ventiquattro parole della frase seed e assicurarle in un luogo sicuro e offline, occorre scegliere un PIN per lo sblocco del device.

È di fondamentale importanza scegliere una passphrase. È possibile sceglierne temporanea che comporta l’inserimento dopo ogni operazione oppure associarla a un nuovo PIN.

Si avranno quindi due PIN, uno per collegarsi al wallet con le ventiquattro parole e un altro a quello con la passphrase.

Ledger Nano non supporta lo Shamir Secret.

Ledger Card

Ledger sta lanciando la sua carta Visa con cui effettuare pagamenti dal proprio wallet convertendo le proprie criptovalute in valuta fiat.

I pagamenti tramite la Ledger card permetteranno di ottenere cashback in criptovaluta secondo una percentuale da definire.

Attualmente è in fase di lancio. È possibile iscriversi alla lista d’attesa tramite questo reflink.

Ulteriori aggiornamenti verranno pubblicati su questo tutorial.

Fuga di dati del 2020

La fuga di dati del 2020 ha avuto influenze negative sulla reputazione di Ledger ma senza alcuna ripercussione sul lato sicurezza.

Ledger non può essere in possesso delle chiavi private per cui il rischio sui wallet degli utenti è nullo.

Ledger Nano S Plus

Ad Aprile del 2022 esce il nuovo dispositivo, il Ledger Nano S Plus.

Si tratta di una versione intermedia fra il Ledger Nano S e X. Ha i tasti in alto come il Nano S ed è privo di bluetooth, tuttavia ha la stessa memoria del Nano X consentendo quindi l’installazione di parecchie applicazioni.

Il prezzo è decisamente più basso del Nano X e si aggira intorno ai 79 dollari più le spese di spedizione.

Questo è il link per acquistarlo.

Dove acquistare il Ledger Nano

È possibile acquistarlo sul sito della casa madre tramite questo link.

In alternativa, è possibile acquistarlo tramite il negozio ufficiale Amazon. Per chi sceglie questa opzione, è vivamente consigliato l’acquisto solo ed esclusivamente dallo store ufficiale.

Come imparare a usare il Ledger Nano.

La Rise Up Academy svolge corsi settimanali sull’utilizzo dei cold wallet. Il Ledger Nano è fra quelli supportati.

Lo staff ha già in possesso del dispositivo che viene mostrato durante i corsi. Inoltre gli utenti possono usufruire di un continuo supporto nel suo utilizzo.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.