Background Security Linux D  - MasterTux / Pixabay

Linux è una famiglia di sistemi operativi basati sul concetto di software libero o open-source.

Si distingue dagli altri sistemi operativi per tutta una serie di aspetti spiegati in questo articolo che ne fanno una comoda alternativa a quelli proprietari.

Sicurezza

Linux rappresenta uno dei sistemi operativi con il più elevato livello di sicurezza.

Gli antivirus sono del tutto obsoleti in quanto non esistono virus in grado di attaccare le varie distribuzioni Linux.

Anche i firewall sono già presenti di default e costituiscono un ottimo livello di sicurezza sin dal suo primo avvio.

Ricordo però sempre che la sicurezza parte da noi e che non esistono sistemi inattaccabili.

Tuttavia, il fattore sicurezza fa di Linux un ottimo ambiente informatico per la gestione delle nostre criptovalute.

Costo

Linux è gratuito. Non solo può ma deve essere scaricato da internet.

È coperto dalla GNU General Public License che rende un software liberamente utilizzabile per fini privati e commerciali, modificabile e redistribuibile.

Leggerezza

Essendo Linux ben più leggero di altri sistemi operativi proprietari, è utilizzabile su computer più datati sia a 64bit che 32bit.

Di conseguenza, può essere un’ottima soluzione per recuperare computer con sistemi operativi obsoleti a costo zero.

Ciò non vuol dire che non può essere utilizzato su nuovi dispositivi, al contrario i driver della comunità di sviluppatori Linux fornisce soluzioni anche per l’hardware di ultima generazione.

Dual boot

Linux può essere utilizzato su computer dove è già installato un altro sistema operativo come Windows o IoS.

Per questo esiste il dual boot, ovvero la possibilità di avere più sistemi operativi sullo stesso computer.

Una volta installato, basta scegliere a ogni avvio con quale sistema operativo lavorare.

Software per Linux

Su Linux girano molti software open source come Libreoffice, Gimp, OBS Studio, Audacity, VLC e tanti altri. L’importante è che sia presente una versione per Linux.

Girano diversi software proprietari come Skype, zoom, Google Chrome e tanti altri.

Purtroppo alcuni software come Autocad, Corel Draw, ArcGis e gran parte dei giochi non girano su Linux causa mancanza di una versione adatta a Linux.

Ubuntu

Dato che l’argomento principale di Cryptoverso è quello delle criptovalute, proponiamo una soluzione adatta soprattutto ai principianti in ambito informatico che non hanno le conoscenze per compilazioni di pacchetti o violazioni del kernel.

Cryptoverso propone Ubuntu, una distribuzione nata intorno al 2004 come versione spinta di Debian ma che poi si è imposta come quella più utilizzata al mondo.

Ciò che distingue Ubuntu dalle altre distribuzioni è la sua estrema semplicità, la grande comunità alle sue spalle e il suo essere pronto all’uso.

Una volta scaricato e creato il disco di avvio si può provare su una Live. Già al suo avvio si trovano software come Firefox, Thunderbird, Libreoffice e Rhythmbox.

Anche la procedura d’installazione è molto semplice e alla portata di tutti.

Linux ed economia circolare

Si può affermare che Linux fa bene all’ambiente e può essere un importante elemento in un sistema chiuso come quello dell’economia circolare.

Una delle sue importanti peculiarità è la leggerezza del sistema operativo. Per installare Ubuntu sono consigliati 50 Giga di spazio e almeno 4M di memoria.

Le sue derivate come Xubuntu o Lubuntu richiedono requisiti minimi ancora più bassi in quanto mirati proprio per computer teoricamente obsoleti fino ai Pentium 4.

Pur essendo focalizzati su PC a 64 bit, è possibile ancora utilizzare versioni pregresse come Ubuntu 16.04 su vecchi dispositivi a 32 bit. Nessun problema per la versione in quanto il supporto è previsto fino al 2026.

Di conseguenza, anziché far finire in discarica dei vecchi pc, funzionanti ma con un sistema operativo corrotto o non più supportato, installando Linux è possibile recuperarli a costo zero.

Personalmente, all’interno della Rise Up Academy, ho aiutato decine di utenti a recuperare vecchi PC, incluso un vecchio portatile del 2005, a costo zero e con grande soddisfazioni sia per l’utilizzatore finale che per l’ambiente.

Ubuntu e le criptovalute

Su Ubuntu sono già disponibili alcuni wallet come Electrum e browser consigliati come Brave, tuttavia gran parte delle applicazioni va installata a parte.

Bisogna dire che il mondo crypto non ha affatto trascurato l’ambiente Linux. Gran parte degli exchange e dei wallet forniscono delle versioni alla stregua di quelle per i sistemi operativi proprietari.

Per installare l’app di Binance occorre scaricarla dal sito, lo stesso per applicazioni come Waves Exchange, Exodus, Ledger Live, Bitbox e tante altre.

Corsi su Linux

Presso la Rise Up Academy si svolgono settimanalmente corsi dedicati a Linux e con particolare riferimento a Ubuntu.

Oltre ai corsi, gli utenti sono continuamente supportati con servizi di coaching che vanno dalla procedura d’installazione fino al suo utilizzo.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.