Cryptohopper è uno dei bot più potenti per l’automazione del trading con le criptovalute.

In questo articolo spieghiamo come funziona e come impostarlo.

Come iscriversi a Cryptohopper

Per accedere a Cryptohopper è possibile tramite questo link. Una volta iscritti è possibile utilizzare gratuitamente il bot per sette giorni con le impostazioni dell’abbonamento Explorer.

Una volta passati i sette giorni, si passa alle impostazioni Pioneer dove non sarà possibile effettuare trading automatico.

Attenzione ai prezzi perché occorre aggiungere l’IVA. Un abbonamento Explorer di 19$ costa circa 23$ mentre quello Hero costa circa 120 $.

È possibile pagare sia con Paypal che con criptovalute. Non è supportato il pagamento da exchange per cui occorre utilizzare un wallet come, ad esempio, Metamask.

Per i neofiti, il consiglio è di iniziare con un Paper Trading. Il bot comincerà a tradare su un capitale fittizio permettendo di conoscerlo senza compromettere il proprio capitale. Prima di iniziare è necessario però impostarlo.

Quali strategie usare

Esempio di strategie da usare su Cryptohopper

Dal menu a sinistra, occorre selezionare le Strategies.

Selezionando My Strategies, occorre cliccare in alto a destra il bottone New Strategy.

Le strategie possono essere scelte sulla base degli indicatori e dei pattern. Gli indicatori variano dalle Medie Mobili al RSI fino alle Bande di Bollinger e alle Nuvole di Ichimoku. Ciascuna può essere modificata selezionando il timeframe in cui si desidera operare e i relativi parametri.

Gli indicatori selezionati con la stellina gialla sono esclusivi di chi ha sottoscritto l’abbonamento Hero, ovvero il più costoso.

I Pattern possono essere di acquisto o di vendita. Per chi decide di vendere a raggiungimento di un Take Profit, occorre focalizzarsi su quelli selezionati come Buy.

Importante selezionare il numero minimo di indicatori che indicano l’acquisto della moneta da parte del bot. Più saranno gli indicatori minimi, più sarà rigido il bot nell’effettuare acquisti.

Come configurare Cryptohopper

Esempio di configurazione del bot Cryptohopper

Da menu, selezionare Config e Baseconfig.

Da Base Settings occorre selezionare l’Exchange e aggiungere le proprie API.

Nelle Opzioni di acquisto vanno selezionate il numero di posizioni da aprire, la moneta di base, quelle su cui tradare, l’ammontare di ciascuna posizione e quello totale che può gestire il bot.

Nelle Opzioni di vendita va selezionato il Take Profit, il Percentage ask, ovvero di quanto l’ordine di vendita deve salire ancora per essere venduta e il DCA, ovvero la percentuale di discesa per acquistare altra moneta per mediare il prezzo.

La Dashboard

La pagina iniziale di Crypthopper può sembrare inizialmente confusionaria ma niente paura, dopo aver configurato il bot si rivelerà una pagina di estrema utilità.

Sulla Dashboard si potranno monitorare le posizioni aperte, le ultime posizioni chiuse, le percentuali sulla base delle varie monete e la scansione del mercato da parte del bot.

Attenzione ai tre bottoni a destra, l’hopper, l’acquisto e la vendita devono essere spuntati in verde altrimenti il bot non parte.

Attenzione al Panic Button. Premuto vende tutte le posizioni anche in perdita e spegne il bot. Se si ha una strategia chiara è bene non usarlo.

Come imparare a usare Cryptohopper

La Rise Up Academy offre corsi settimanali focalizzati solo su Cryptohopper. I corsi sono riservati agli utenti con abbonamento Supernova e Master.

Chi gestisce il corso, oltre a utilizzarlo personalmente con il proprio capitale, ha affrontato e superato il corso della Cryptohopper Academy. I risultati verranno periodicamente pubblicati su questo blog.

Inoltre, Cryptohopper può essere approfondito tramite i servizi di coaching presso la Rise Up Academy. È possibile infatti prenotare corsi personalizzati con gli istruttori per un approfondimento face-to-face.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *