non fungible token nft 7023209

Gli NFT o Non Fungible Token sono stati interessati da un importante trend in ascesa nel 2021 durante la bull run che è poi scemata nel successivo bear market.

Tuttavia non solo il loro mercato è in piena attività ma saranno un elemento fondamentale nel web 3.0 e nello sviluppo del metaverso.

Come creare un NFT? Te lo spiego in questo articolo.

Come creare un’opera digitale

Un NFT nasce da un’opera digitale che può essere in formato jpg o png. Si possono usare vari programmi di grafica, anche un semplicissimo Paint.

Tuttavia occorre tenere presente sempre le indicazioni fornite nel mio articolo su cosa sono gli NFT, altrimenti sarà difficilissimo trovare qualcuno interessato.

Personalmente sono un utilizzatore di GIMP da tanti anni e lo ritengo uno dei miglior software di editing grafico in circolazione.

Se sei quindi un creatore d’arte digitale, puoi attraversare questa nuova frontiera tramite la creazione del tuo NFT.

Come mintare un NFT

Una volta creata la tua opera digitale, è necessario mintare il tuo NFT. Il termine deriva dall’inglese to mint ovvero coniare. Come una nuova moneta, anche per creare un NFT è necessario coniarlo. Il suo minting è on chain e visibile sullo scanner delle transazioni nella blockchain che hai scelto.

Puoi infatti mintare il tuo NFT su Ethereum, la principale blockchain in assoluto per gli NFT ma puoi optare per soluzioni più economiche a livello di commissioni ma meno popolari come Polygon, Binance Smart Chain o Solana.

Dove creare un NFT

Sta a te decidere se vuoi muoverti su piattaforme centralizzate o decentralizzate.

I principali exchange di criptovalute come Binance o Crypto.com hanno il loro marketplace per la compravendita di NFT. Basta avere un account e crearlo all’interno di quell’ambiente.

L’operazione è molto semplice ma la tua creazione rimarrà comunque limitata a quella piattaforma.

I principali marketplace di NFT come Opensea o Rarible sono decentralizzati, occorre quindi collegare il proprio wallet. Questo lascia maggiore spazio in quanto si può decidere se vendere le proprie opere su una o su un’altra piattaforma. Però occorre sapere usare i wallet.

Il mio consiglio è di usare sempre e solo un hard wallet come Ledger o Safepal per questioni di sicurezza. Per approfondire consiglio di leggere il mio articolo su cosa sono i wallet per criptovalute.

Come creare un NFT su Opensea

Una volta creata la tua opera digitale, è necessaria mintarla per convertirla in un NFT.

Opensea è il principale marketplace di NFT per volumi. È possibile interagire su blockchain Ethereum, Solana, Polygon e vari Layer 2 come Optymism e Arbitrum.

Il mio account su Opensea

Collegando il vostro wallet, potete configurare il vostro profilo con informazioni su di voi con tanto di logo e banner. Se volete vendere i vostri NFT, una buona grafica e delle opportune informazioni sono importanti.

Se avete acquistato in passato un Unstoppable Domain con lo stesso wallet, lo troverete in automatico nella vostra bacheca.

Cliccando su Create e validata l’operazione per la prima volta con il proprio wallet, è possibile caricare la propria opera su Opensea.

Prima d’iniziare è consigliato creare una propria collezione. Scegliete un nome non ancora presente su Opensea anche perché la piattaforma vi permette di crearne solo uno univoco. Personalmente ho creato My fractal collection con alcune mie opere digitali sperimentali.

Fatto questo, selezionate il file dal vostro pc. Attribuitegli un nome e una descrizione. È possibile aggiungere il link al vostro sito, sarà utile al potenziale acquirente per capire chi siete.

Fatto questo, potete scegliere la supply del vostro NFT. Se desiderate creare un pezzo unico, lasciate 1, in caso contrario scegliete il numero desiderato.

Tenete presente che un esemplare unico tende a valere di più rispetto ai singoli NFT di una serie. Dipende da cosa volete ottenere.

Scegliete la blockchain su cui mintare il vostro NFT. Se inizialmente vi siete collegati su Ethereum, avete la facoltà di mintarlo anche su Polygon (MATIC).

Come vendere un NFT su Opensea

Una volta mintato il vostro primo NFT, potete deciderlo di metterlo in vendita.

Se scegliete Fixed Price, stabilirete il vostro prezzo in Ethereum o in Matic. Stabilite pure per quanto tempo deve rimanere in vendita. Potete scegliere fino a sei mesi.

Potete anche decidere di vendere a degli acquirenti specifici. In questo caso occorre spuntare Reserve for specific buyer e aggiungere la loro chiave pubblica. Finito cliccate su Complete Listing e il vostro NFT sarà da subito in vendita.

Attenzione. Tutta questa operazione è gratuita. Opensea detrae il 2,5% di commissioni al momento della vendita del NFT. L’operazione va firmata con il proprio wallet.

Una volta firmata, in pochi secondi sarà disponibile sul proprio profilo. Da qui deve partire la tua attività di promozione della tua collezione per questioni di visibilità.

Una volta venduto troverete il vostro guadagno sul vostro wallet al netto delle commissioni di rete.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *